Cura degli animali

Selezione dei sistemi di filtrazione per il tuo acquario

Selezione dei sistemi di filtrazione per il tuo acquario

Nei corsi d'acqua, nei fiumi e negli oceani, i pesci trovano luoghi in cui l'ambiente è giusto per loro di vivere, mangiare e allevare. Poiché le temperature e le condizioni dei corsi d'acqua e dei fiumi oscillano stagionalmente, i pesci d'acqua dolce devono muoversi molto. Al contrario, i pesci d'acqua salata sono facili. Sebbene siano generalmente molto più sensibili alla qualità dell'acqua rispetto ai pesci d'acqua dolce, l'ambiente oceanico è relativamente stabile. Il mantenimento di entrambi i tipi di pesce in cattività, tuttavia, si basa su un sistema di filtrazione costante e affidabile.

La maggior parte degli acquari medi non ha bisogno di più di un filtro per gestire la pulizia dell'acqua. Tuttavia, molte persone optano per più di un filtro, se non altro per il backup. Dopotutto, se sei arrivato così lontano, perché risparmiare su uno dei sistemi più importanti dell'intero allestimento del tuo serbatoio?

Per un tipico serbatoio sono necessari tre tipi di filtrazione: biologica, meccanica e chimica. Sebbene alcuni filtri siano "dedicati" all'esecuzione di un'attività di filtrazione specifica, la maggior parte sono multifunzionali e possono gestire diversi requisiti, se non tutti. Sebbene tutti i tipi di filtrazione siano necessari per mantenere un serbatoio sano, gli acquariofili esperti concorderanno sul fatto che il processo biologico è il più cruciale.

Filtrazione biologica

La filtrazione biologica è un processo guidato da batteri che consumano i rifiuti liquidi prodotti dai pesci. Questo processo è generalmente noto come nitrificazione. I pesci espellono l'ammoniaca, che è tossica per loro. In un sistema marino sano, un tipo di batteri converte l'ammoniaca dannosa in nitriti (Nitrosomonas) e un altro converte i nitriti in nitrati (Nitrobacter). I nitrati non possono essere facilmente rimossi dall'acqua, motivo per cui gli scambi di acqua regolari (settimanali o bisettimanali) sono indispensabili in un sistema di acqua salata.

Questi batteri crescono naturalmente nella roccia corallina, nella ghiaia, nella dolomite, nei media filtranti e in quasi tutte le superfici del tuo acquario, quindi la maggior parte degli acquariofili hobbisti non avranno un biofiltro separato. Ma a volte, specialmente in un sistema molto "affollato" o sensibile come una barriera corallina, gli acquariofili amatoriali non si basano solo sui batteri che fluttuano nel sistema ma dedicano un intero filtro a questo processo. Il mezzo filtrante, comunemente chiamato bioball, è costituito da pezzi di plastica che forniscono una superficie extra per favorire la crescita batterica. I filtri biologici devono essere puliti, ma mai con saponi, detergenti o altri prodotti chimici poiché distruggeranno immediatamente la cultura. Sciacquali con acqua salata.

Filtrazione meccanica

La filtrazione meccanica è semplicemente un filtro che elimina le particelle dall'acqua. Il mezzo filtrante è comunemente un materiale tessuto o simile alla schiuma che intrappola i prodotti organici, i rifiuti solidi e qualsiasi altra particella fuori dall'acqua. Ciò include spesso i batteri "buoni", quindi è possibile un'eccessiva filtrazione meccanica. L'acqua del serbatoio dovrebbe passare prima attraverso il filtro meccanico.

Filtrazione chimica

La filtrazione chimica è il processo mediante il quale i composti organici disciolti vengono rimossi dall'acqua. Questo è generalmente fatto con carbone attivo, che è economico e di solito facile da sostituire. Diversi anni fa, gli acquariofili stavano discutendo a fondo se vale la pena usare un filtro al carbone, una discussione che alcuni continuano ad aggrapparsi a qualcosa di più per abitudine o nostalgia che per necessità. Ma quasi ogni acquariofilo esperto di acqua salata oggi non andrà senza una fonte di carbonio perché fa un ottimo lavoro.

Quando si accumulano composti organici solubili nel tuo acquario, la tua acqua diventa giallastra. Oltre a far apparire i tuoi animali domestici come se vivessero in un denso smog di L.A., l'accumulo di questi composti organici interferirà con la normale crescita e sviluppo dei tuoi pesci ed è tossico per la maggior parte degli avannotti e degli invertebrati. I prodotti organici si aggiungono anche ai detriti che possono ostruire i tuoi altri filtri e promuovere la crescita di batteri "cattivi", che aggiungeranno più rifiuti al tuo sistema.

Skimmer proteici

Gli skimmer proteici, chiamati anche frazionatori di schiuma, non vengono in genere utilizzati per la filtrazione chimica in un serbatoio medio di acqua dolce, o persino in un sistema marino "solo pesce". Di solito sono costosi e non una necessità. Ma per sistemi come un acquario di barriera corallina, gli acquariofili di acqua salata più esperti raccomandano vivamente di ottenere un filtro di questo tipo per integrare qualsiasi sistema meccanico e biologico. Gli skimmer proteici sono molto efficaci nella rimozione di vari prodotti organici come proteine, fosfati e acidi grassi. Questi spesso appaiono dapprima come piccole "chiazze d'olio" sulla superficie dell'acqua e poi, mentre si accumulano, permangono grandi bolle schiumose. Gli skimmer proteici essenzialmente assorbono l'acqua attraverso un sistema di aerazione, costringendo i rifiuti a salire in una massa schiumosa di bolle viscose nella tazza dello skimmer. Questa tazza deve essere pulita quotidianamente. Gli skimmer proteici assorbono un carico enorme dalla filtrazione meccanica e biologica, quindi se decidi di prenderne uno, l'acqua dovrebbe attraversarlo prima invece dell'unità meccanica.

Disegni di filtro

Diverse varietà di modelli di filtri sono disponibili sul mercato e variano ampiamente nel prezzo. Uno dei più popolari è il filtro undergravel (anche se molti si lamentano che sono troppo difficili da pulire perché è necessario "aspirare" la ghiaia). I contenitori sono popolari perché sono robusti e affidabili. Questi si trovano all'esterno del serbatoio e sono spesso progettati per accettare diversi tipi di supporti.

Controlla prima di decidere cosa acquistare e assicurati di essere consapevole di quale tipo di filtrazione soddisfa le tue esigenze. Da due a cinque volte il volume del serbatoio all'ora è un ciclo "normale" per molti sistemi di filtraggio, sebbene si tenga presente che alcune specie, come i cavallucci marini, non sono in grado di gestire la corrente prodotta da questo volume del ciclo. Assicurati solo che i tuoi filtri possano gestire il volume del tuo acquario e che i tuoi animali domestici possano vivere con la tua decisione. Sebbene l'integrazione di un altro filtro nel tuo sistema in seguito sia di solito un compito facile, alla fine vuoi evitare di disturbare il tuo sistema quando le cose si sono stabilite.

Essere pigri è la parte più pericolosa dei filtri. Se non pulisci i filtri e scambi il carbonio su base regolare, promuoverà la crescita di batteri sbagliati. Questi batteri "cattivi" producono idrogeno solforato (odore di uovo marcio) e metano, entrambi altamente tossici per la vita marina. Pulisci tutti i filtri su base regolare.


Guarda il video: Italiano - SICCE Filtri a pressione "GREEN RESET" : CAMBIO LAMPADA UV-C (Gennaio 2022).